Firenze, 28 marzo 2019

In occasione del cinquecentenario della morte di Leonardo sostieniamo la mostra - promossa dal Comune di Firenze e organizzata da Mus.e -

Leonardo da Vinci e Firenze.
Fogli scelti dal Codice Atlantico

visitabile dal 29 marzo al 24 giugno 2019 nella Sala dei Gigli di Palazzo Vecchio.

 

«Sostenere questa iniziativa ci rende particolarmente fieri, soprattutto in questa città, Firenze, dove ENGIE è attiva e presente da molti anni.
Leonardo è stato un visionario illuminato, con uno sguardo innovativo al futuro e un occhio attento al mondo e alla natura.
In ENGIE condividiamo, a livello mondiale, l’impegno di tutelare l’ambiente e lavoriamo ogni giorno per promuovere, con approccio inclusivo, comportamenti virtuosi per la sua salvaguardia. Siamo onorati di contribuire a ospitare a Firenze i dodici fogli del Codice Atlantico che fanno rivivere il talento e il genio di Leonardo e il suo legame con Firenze; riteniamo che l’innovazione sia driver fondamentale per un progresso più armonioso».

Olivier Jacquier, CEO ENGIE Italia

 

ENGIE E FIRENZE

Abbiamo sviluppato e realizzato per il territorio di Firenze numerosi progetti mirati a migliorare le performance delle infrastrutture tecnologiche ed energetiche e di conseguenza i servizi al cittadino.

Tra questi: 

 

  • Città Metropolitana di Firenze, che amministra un territorio di oltre 3.500 km2 comprendente 42 comuni e che ci ha affidato la gestione calore e la manutenzione degli impianti di condizionamento su 114 immobili. Abbiamo realizzato interventi di riqualificazione energetica e ammodernamento del sistema edificio/impianto per l’ottimizzazione delle performance del patrimonio pubblico.
     
  • Università degli Studi di Firenze: gestiamo il calore e la manutenzione degli impianti di condizionamento per i 64 edifici dell’Università degli Studi di Firenze pari a oltre 460.000 mq di superficie tutti gestiti e controllati da remoto grazie ad un sistema di telegestione.
     
  • Museo “La Specola”: contribuiamo alla conservazione del patrimonio custodito al suo interno.
    Si tratta di due sezioni distinte - il Museo di Biologia Animale e l’Esposizione delle cere anatomiche – che necessitano di una gestione energetica complessa, che garantisca controlli puntuali sulla temperatura e sull’umidità dell’ambiente, durante tutto l’arco dell’anno e per 24 ore al giorno.
     
  • Stadio Artemio Franchi: con una superficie di 50.000 m2 in grado di ospitare oltre 47 mila spettatori, è uno dei più importanti stadi italiani. Abbiamo in carico la manutenzione e la riqualificazione di tutti gli impianti tecnologici e termici degli uffici e del terreno di gioco.
    Su quest’ultimo abbiamo istallato un impianto illuminotecnico che richiama i colori dei colori della ACF Fiorentina e dei 4 quartieri del calcio storico di Firenze.

Allegati