Illuminazione

Come migliorare l'inquinamento luminoso

long - news - Come migliorare l'inquinamento luminoso

Tra le tante forme di inquinamento presenti nelle nostre città, quello determinato dalla luce è forse tra i più sottovalutati. In Italia sono presenti 11 milioni di punti luce per l’illuminazione pubblica, con impianti datati e per oltre la metà non a norma. Non è da trascurare il significativo impatto ambientale che hanno questi impianti: solo in Italia, infatti, per l’illuminazione pubblica vengono emesse 4 milioni di tonnellate di CO2.

Cosa intendiamo per inquinamento luminoso?

L’inquinamento luminoso è una delle forme più diffuse di alterazione ambientale e consiste nell’introduzione di luce artificiale nell’ambiente.

Se da un lato l’illuminazione pubblica è necessaria per il comfort e la sicurezza nelle città, dall’altro provoca effetti dannosi sulla qualità della vita e su piante e animali, alterando il naturale ciclo giorno-notte che porta a modifiche nei cicli di fotosintesi e disorienta le specie migratorie, specialmente nelle stagioni più fredde.

Il fenomeno dell’inquinamento luminoso viene aggravato dalla presenza degli impianti d’illuminazione più vecchi, che oltre ad avere un alto consumo energetico, disperdono buona parte della luce risultando quindi poco efficienti.

Quali soluzioni per migliorare?

Ridurre l’inquinamento luminoso è una delle priorità per migliorare la qualità delle nostre città.
Con l’attuale tecnologia è possibile risparmiare fino all’80% di energia solo grazie ai Led e a sistemi di illuminazione regolabile, migliorando allo stesso tempo l’illuminazione delle città e valorizzandone il patrimonio urbano.

Quindi, una delle prime soluzioni è quella di proseguire l’opera di riqualificazione dell’illuminazione pubblica, applicando sistemi sempre più intelligenti per la gestione energetica, tecnologie Led di ultima generazione, rilevatori di movimento per regolare l’illuminazione ed evitando gli sprechi pianificando con attenzione l’installazione di nuovi punti luce.

I vantaggi di un’illuminazione pubblica efficiente

Oltre al risparmio energetico, avere una rete di illuminazione pubblica efficiente permette di offrire un servizio alla cittadinanza moderno e con un impatto ambientale ridotto.

I moderni impianti di illuminazione pubblica, infatti, abilitano molteplici servizi che possono favorire la transizione in Smart City permettendo l’implementazione di nuovi sistemi di videosorveglianza e soddisfacendo la crescente richiesta di punti ricarica per veicoli elettrici.

Un altro dei vantaggi è quello di valorizzare il patrimonio artistico-culturale delle nostre città: con un’illuminazione efficiente, infatti, si può contribuire a dare maggior risalto anche nelle ore notturne a palazzi e opere d’arte presenti nel territorio urbano.

Tutto ciò viene accompagnato da una gestione dei servizi di pubblica illuminazione più efficiente con soluzioni in grado di adattarsi alle condizioni atmosferiche e climatiche che permettono di ridurre i consumi di energia.

Migliorare l’illuminazione pubblica in pillole

  • 11 milioni di punti luce per l’illuminazione pubblica in Italia, di cui più della metà datati o non a norma.
  • 4 milioni di tonnellate di CO2 emesse ogni anno.
  • Grazie alla tecnologia al LED e illuminazione regolabile si può arrivare a risparmiare fino all’80% di energia all’anno.
  • Una migliore illuminazione garantisce maggiore comfort e sicurezza.
  • Valorizzazione del patrimonio urbano e degli spazi abitativi grazie al miglioramento dell’illuminazione.
  • Riduzione dell’impatto ambientale, grazie a una corretta illuminazione.
  • Riduzione dell’inquinamento luminoso attraverso le moderne tecnologie e innovazioni, come la telegestione e rilevatori di movimento.
  • 3 miliardi di euro il budget per riqualificare l’intero parco urbano in Italia

Grazie a ENGIE sono già state riqualificati più di 500.000 punti luce in 250 comuni italiani consentendo di evitare circa 55.000 tonnellate di CO2.

Un caso di successo: il comune di Ercolano

ENGIE ha implementato soluzioni per riqualificare e rendere più efficiente l’illuminazione pubblica della città, con sistemi a Led e una gestione efficace in grado di garantire risparmi economici ed energetici nel tempo. Grazie alla collaborazione con ENGIE, il comune di Ercolano, ha ridotto di oltre il 65% l’energia usata per l’illuminazione pubblica, una riduzione delle emissioni di CO2 di circa 850 tonnellate annue e un risparmio di oltre 1 milione di euro per l’amministrazione pubblica.