1 aprile 2020

ENGIE, che assicura energia pulita a case, aziende e città, leader nei servizi per l’efficienza energetica e nella gestione tecnologica anche nelle strutture ospedaliere italiane, ha deciso di erogare gratuitamente, in continuità contrattuale e per sei mesi, luce, gas e i servizi di assistenza dei propri tecnici negli spazi oggetto di ampliamento e costruzione e/o trasformazione delle strutture gestite, volti a rispondere all’emergenza sanitaria Covid-19.

Il perimetro interessato è costituito da 93, fra ospedali e strutture sanitarie, che  sono  presenti sull’intero territorio nazionale da Nord a Sud, isole comprese.

 

«Un impegno concreto per far fronte all’emergenza che sta vivendo il Paese perché l’energia e i servizi ad essa correlati rappresentano, soprattutto in questo momento, perché l’energia e i servizi ad essa correlati rappresentano, soprattutto in questo momento, una risorsa fondamentale per chi tutti i giorni combatte questa battaglia in prima linea: i nostri Ospedali e strutture sanitarie.
Da sempre impegnati a fianco dei territori in cui operiamo, vogliamo dare un contributo tangibile, che si unisce all’attività che quotidianamente svolgono i nostri tecnici.

In Italia siamo infatti oltre 3.600, di cui oltre 660 tecnici dedicati esclusivamente al servizio degli ospedali. La decisione è stata già comunicata a tutte le 93 strutture».

Damien Térouanne, Amministratore Delegato di ENGIE Italia

 

Tra le strutture ospedaliere che ne potranno beneficiare, ci sono nosocomi in prima linea nell’emergenza Covid-19, quali l’Istituto Nazionale Malattie Infettive Lazzaro Spallanzani di Roma, il Policlinico Universitario Campus Bio-Medico di Roma e l’ASST Fatebenefratelli Sacco di Milano.

ENGIE ringrazia i propri collaboratori, tecnici, i medici, il personale sanitario, i ricercatori, il sistema di protezione civile, le istituzioni e tutti gli attori impegnati in prima linea al servizio della comunità.

Allegati

Articoli correlati