Arte e Musei

Gli studenti realizzano il primo murale "mangia smog" cittadino

Settimo Torinese, 29 giugno 2021

Il disegno vincitore del Concorso “LASCIA UN SEGNO: UN MURALE ANTISMOG PER LA TUA CITTÀ” è diventato un grande murale di 72 mq sulla facciata del Plesso Scolastico Hans Christian Andersen di Settimo Torinese.

Il concorso ha coinvolto 9 classi e 180 studenti della Scuola Secondaria di Primo Grado “Italo Calvino” dell’Istituto Comprensivo Settimo Quarto di Settimo Torinese, per la realizzazione di un disegno sul tema della sostenibilità e della difesa dell’ambiente.

27 disegni pubblicati sui canali social del Comune e che sono stati giudicati direttamente dai cittadini dei Settimo che, con oltre 1500 like e più di 70 condivisioni, hanno contribuito a decretare il vincitore, insieme a una giuria di qualità composta da esponenti dell’Amministrazione e di ENGIE e dallo street artist Giovanni Mulé.

«I giovani non solo hanno riqualificato una parte delle scuole di Settimo abbellendo il muro ma, grazie alla vernice in grado di assorbire l'inquinamento, hanno contribuito con il loro lavoro artistico a ripulire la città anche per gli anni a venire».

Alessandro Raso, assessore all’ambiente di Settimo Torinese

IL VINCITORE

Ad aggiudicarsi la vittoria è stata l’opera della classe 3H che, con il messaggio: “Apri la cerniera per un mondo migliore. Non mandare tutto in fumo”, ha voluto valorizzare gli aspetti positivi delle energie rinnovabili come punto di forza per un futuro sostenibile.

Il Murale è il primo di questo tipo realizzato nel Comune di Settimo Torinese, dipinto da studenti che hanno partecipato a un concorso cittadino.

L’opera è stata realizzata con una particolare pittura, Airlite, completamente naturale, che utilizza la luce del sole per ridurre la presenza di ossidi di azoto nell’aria ed eliminare batteri nocivi: sarà capace di neutralizzare l’inquinamento di ben 4000 auto in un anno.

Alla classe vincitrice del concorso è stato donato un premio di 1500 euro da utilizzare in attività didattiche.

Sono stati coinvolti oltre a tutti i 4 Istituti Comprensivi di Settimo Torinese, anche 25 scuole di Torino e 17 scuole dei Comuni appartenenti alla prima cintura dell’area urbana del capoluogo piemontese. Un totale di più di 6000 ragazzi, un grande successo di partecipazione. L’accesso alla piattaforma ha superato, però, anche i confini delle scuole piemontesi, coinvolgendo ragazzi di altre parti d’Italia che si sono collegati liberamente, mostrando le enormi potenzialità di questo sistema educativo basato sul gioco.

«Il progetto stimola la riflessione sulla sostenibilità e l’attenzione all’ambiente. Abbiamo scelto la scuola Andersen perché vogliamo continuare nell’opera di riqualificazione delle zone più decentrate della città che necessitano della giusta attenzione».

Alessandra Girard, assessore alla scuola di Settimo Torinese

ENGIE BY LEGO EDUCATION

Oltre a questa iniziativa, l’impegno di ENGIE per la sensibilizzazione dei ragazzi del territorio si è concretizzato anche nel progetto “Città Intelligenti ENGIE by Lego Education”.

Nel corso dell’anno scolastico appena concluso, infatti, ENGIE ha sostenuto il progetto della Biblioteca Archimede di Settimo, finalizzato alla diffusione del metodo Lego Education, che vuole avvicinare i ragazzi alla cultura scientifica, al pensiero computazionale e all’educazione al corretto utilizzo delle nuove tecnologie attraverso laboratori didattici.

È stata sviluppata un’ambiziosa piattaforma digitale che ha permesso agli studenti delle scuole del Comune di svolgere ugualmente queste attività in DAD, attraverso giochi, quiz e sfide, imparando, al contempo, i valori e i principi di sostenibilità che ENGIE è costantemente impegnata a diffondere. La piattaforma, accessibile liberamente online tramite il sito 7web.tv/education, è diventata un prezioso strumento educativo per docenti e studenti, fornendo, sotto forma di prove d’ingegno, divertenti questionari e giochi, informazioni importanti sulla sostenibilità ambientale, la mobilità green, gli obiettivi del programma ONU dell’AGENDA 2030 e i progetti per le città intelligenti. Tutto sotto forma di prove d’ingegno, divertenti questionari e giochi.

«Il lavoro dei ragazzi è stato straordinario. Come spesso accade, da loro arrivano le idee più interessanti e creative. L'idea di Engie è davvero interessante perché rafforza i legami capaci virtuosi fra gli attori capaci di trasformare in meglio una città: le istituzioni, i cittadini e le aziende che investono sul territorio».

Elena Piastra, sindaca di Settimo Torinese

ENGIE NEL TORINESE

Un impegno per la comunità che è contiguo alla nostra presenza sul territorio con la rete di teleriscaldamento cittadina, un modello di decarbonizzazione territoriale che riscalda 6000 edifici pubblici e privati con energia sostenibile. Abbiamo intenzione di estendere iniziative come quella di Settimo Torinese a tutti i territori dove siamo presenti con i nostri sistemi di teleriscaldamento.

Attraverso i nostri progetti educativi e con il sostegno delle istituzioni locali desideriamo rendere i nostri giovani sempre più consapevoli e preparati ad affrontare le sfide che ci attendono in futuro.

«La realizzazione del murale “mangia smog” è il simbolo di una nuova generazione che vuole rendere la città un posto migliore in cui vivere. Solo con l’entusiasmo e le idee dei giovani possiamo realizzare il futuro sostenibile che immaginiamo e per il quale stiamo concretamente lavorando».

Matthieu Bonvoisin, Direttore District Heating & Power di ENGIE Italia