3° forum energia di Engie

Milano, 22 giugno 2015

Si è svolto oggi, presso il Palazzo Mezzanotte di Milano, il 3° forum di ENGIE sull'energia, in collaborazione con due prestigiosi partner: The European House Ambrosetti e l'Università Bocconi (IEFE).

Dopo aver analizzato le opportunità di crescita e di sviluppo dell’innovazione energetica nel mercato domestico italiano nel 2013 e il nuovo paradigma per l’innovazione energetica in Italia rappresentato dalle Energy Community nel 2014, quest’anno l’osservatorio di ENGIE si concentrerà sull’Unione energetica europea e i benefici per i suoi consumatori. 

forum energia ENGIE Italia - unione energetica europea

 

 

A vent’anni dal proprio avvio, il processo di liberalizzazione nell’elettricità e nel gas in Europa ha portato molti progressi a favore dei consumatori, ma dovranno essere fatti molti passi in avanti per raggiungere l’obiettivo finale di un mercato dell’energia unico e competitivo.

Un argomento che non solo è strettamente connesso al ruolo dell’Unione Europea nella nostra vita di tutti i giorni, ma che è anche in grado di tracciare una forte connessione con i temi degli anni passati: dall’analisi del mercato energetico italiano, a uno studio su possibili cluster di produttori-consumatori, alla valutazione della realtà energetica europea nel suo complesso.

Il Gruppo ENGIE può giocare un ruolo fondamentale grazie ai propri sforzi per raggiungere l’obiettivo di diventare player mondiale della transizione energetica.

Aldo ChiariniCEO ENGIE - GDF SUEZ Energia Italia -  insieme a Paolo Borzatta e Michele Polo hanno trattato le criticità e le prospettive dell’Unione energetica europea attraverso gli studi dei nostri partner.

A seguire le due tavole rotonde della mattinata hanno visto l’intervento di Keisuke Sadamori, Simona Bonafè, Lara Comi e Patrizia Toia che hanno discusso del prossimo futuro dell’Unione Europea e della possibile e auspicabile unione energetica tra i vari Paesi.

Ignazio Abrignani, Gianluca Benamati e Vinicio Peluffo hanno approfondito il discorso, trattando nello specifico dei benefici attesi per l’Italia e per i consumatori italiani.

Durante la seconda parte della mattinata un’altra tavola rotonda, composta da Giovanni Calabrò, Luigi de Francisci, Dirk Hardow, Clara Poletti e Massimo Ricci sulle priorità della regolamentazione e del mercato analizzando differenti punti di vista: da quello del consumatore alla visione dell’AEEGSI.

In chiusura, gli interventi di Enrico Morando e di Giuseppe Gatti Presidente ENGIE, GDF SUEZ Energia Italia - hanno chiuso i lavori tirando le somme su quanto emerso durante la giornata.

 

Il forum è ormai un rodato appuntamento istituzionale, al centro del nostro progetto EnergYnnovation: la piattaforma multimediale, nata nel 2013 con lo scopo diventare un vero e proprio catalizzatore e incubatore delle innovazioni energetiche in Italia, che sta continuando ad accogliere idee e a promuovere soluzioni diffuse in altre parti del mondo.
Ora più che mai è importante che ENGIE divenga un vero e proprio punto di riferimento nel panorama energetico italiano.
Grazie a questo forum, un appuntamento fisso per gli operatori e i rappresentanti delle istituzioni, vogliamo anche creare una continuità con il percorso già intrapreso negli anni passati sotto un nome differente, ma con la stessa volontà di portare avanti un percorso fatto di innovazione e crescita responsabile nel nostro paese.