Settimo Torinese, 18 ottobre 2019

Nell’ambito del nostro impegno per una maggiore consapevolezza e coinvolgimento nella lotta ai cambiamenti climatici, abbiamo sviluppato - in collaborazione con Fondazione ECM e con il Laboratorio LEGO EDUCATION della Biblioteca Archimede di Settimo Torinese - il progetto:

Il Pianeta lo Salvo Io!

che ha coinvolto 10 biblioteche civiche e 20 scuole primarie della Regione Piemonte, per un totale di più di 500 bambini.

Attraverso laboratori di creative learning, con l’uso di materiali Lego Education unito al coding e allo storytelling, il programma ha accompagnato i bambini nella comprensione degli effetti delle attività umane sull’ambiente, portandoli a identificare e adottare quei gesti quotidiani che possono contribuire a salvare il mondo.

Questo percorso è raccontato nel video che abbiamo presentato al Festival dell’Innovazione e della Scienza di Settimo Torinese che vede anche un laboratorio Lego Education e la partecipazione dell’esperta Marta Tuninetti del Politecnico di Torino.

Il video ripercorre la meravigliosa esperienza di questo progetto e i lavori realizzati dai bambini, che li hanno aiutati a comprendere quello che sta succedendo al nostro Pianeta, ma soprattutto incoraggiati ad agire, identificando le piccole azioni quotidiane che contribuiscono a salvare il mondo perché #piusiamomenopesiamo.

Per sensibilizzare anche gli adulti, ma soprattutto le città e aziende ad agire per abbattere le emissioni inquinanti, Matthieu Bonvoisin di ENGIE Italia, interviene nella tavola rotonda Non perdiamo tempo per una nuova cultura d’impresa che possa raccogliere la sfida della lotta ai cambiamenti climatici e invertire la rotta del surriscaldamento globale. 

 

«Da uno Studio di Euromedia Research, recentemente presentato al Forum ENGIE, è emersa una rassicurante consapevolezza del cambiamento climatico e dell’impatto della CO2 nel 77% dei cittadini e nell’86% delle aziende. Tuttavia, non sempre alla conoscenza del tema corrispondono azioni concrete. Poche aziende misurano le proprie emissioni di CO2 e le città sono responsabili del 75% delle emissioni inquinanti nel mondo.
 Siamo consapevoli di una Rivoluzione Ambientale in atto e della necessità di agire, e siamo impegnati su questo fronte, a beneficio di tutti, noi oggi e i nostri figli domani».

Matthieu Bonvoisin Renewable & Decentralized Energy Infrastructures Director di ENGIE Italia 

 

Nella lotta al cambiamento climatico, le aziende come ENGIE hanno una grande responsabilità. Per questo siamo impegnati nello sviluppo di soluzioni tecnologie in ottica di “decarbonizzazione”, per la produzione di energia a basso impatto ambientale utilizzando anche le peculiarità del territorio.
 

 

IL NOSTRO IMPEGNO IN PIEMONTE

Settimo Torinese è un esempio virtuoso. Nel territorio, la rete di teleriscaldamento permette di evitare ogni anno oltre il 37% di emissioni di CO2 in atmosfera e due consolidate partnership con importanti attori industriali del territorio quali il Gruppo L’Oréal e Pilkington sono esempi di impegno concreto verso la transizione energetica. La rete di teleriscaldamento si sviluppa per circa 47 chilometri e garantisce la fornitura di 80 GWh di energia termica l’anno a oltre 6.000 utenze pubbliche e private del territorio comunale: una soluzione che permette di evitare oltre il 37% di emissioni di CO2 in atmosfera.

Abbiamo progettato e gestiamo 6 sistemi di teleriscaldamento a Biella, Saluzzo, Fossano, Racconigi, Torino e Settimo Torinese, che si estendono attraverso 125 km di rete.

Allegati