Festival Innovazione e Scienza

Sosteniamo la 6a edizione della manifestazione di Settimo Torinese.

Settimo Torinese, 14-21 ottobre 2018

Anche quest'anno sosteniamo il Festival dell’Innovazione e della Scienza. La manifestazione, giunta alla sua sesta edizione, trasforma Settimo Torinese nella capitale italiana della divulgazione scientifica.

Ciò testimonia il forte legame che abbiamo con il territorio piemontese dove siamo impegnati nella gestione dell’importante rete di teleriscaldamento di Settimo Torinese.

In particolare sabato 20 e domenica 21 la piazza Campidoglio di Settimo Torinese si trasformerà in un gigantesco spazio dedicato all’innovazione, ospitando prima i progetti di circa 30 scuole superiori provenienti da tutta Italia (che parteciperanno al Premio ArchimedeLab) e il giorno conclusivo del Festival altrettante classi elementari e medie di Torino e provincia.

Ambiente e innovazione sono per noi due parole chiave che condividiamo con il Festival di Settimo Torinese e confermano il nostro impegno su queste tematiche e più in generale sulla costruzione di un progresso armonioso.


L'EDIZIONE 2018

La manifestazione di quest'anno ha come titolo “Pensa alla salute” e può vantare numerosi testimonial d’eccezione. Tra essi spiccano campioni dello sport come Margherita Granbassi, Marc Genè, Giuseppe Poeta e Marco Dolfin nella doppia veste di atleta paralimpico e medico, grandi innovatori come Gunter Pauli (Blue Economy) e Marco Attisani (Watly), accademici come Alessandro Vercelli, Marco Vincenti, Claudio Marazzini, Elena Dogliotti, Eros Pasero, Francesco Botrè e Diego Garbossa. 

Non mancano le buone abitudini e le innovazioni a tavola con il food mentor Marco Bianchi, chef come Simone Salvini, Valeria Mosca e la campionessa del Mondo di pasticceria Silvia Federica Boldetti.

L’esibizione di Irene Grandi chiude il ricco calendario del Festival all’insegna della sperimentazione di nuove forme di comunicazione e divulgazione, mescolando linguaggi diversi.

Centro pulsante della manifestazione è la Biblioteca Archimede che ospiterà anche Settimo Mistero, la prima e unica escape room di divulgazione scientifica. 

Un real game dedicato agli adulti e ai bambini dagli 8 anni in su che si sfideranno a suon di enigmi, indovinelli e curiosità con protagonista la proteina.

«Anche quest’anno il Festival dell’Innovazione e della Scienza si presenta al grande pubblico con un calendario ricco e articolato che testimonia come la rassegna sia ormai diventata una delle più importanti del territorio nazionale a livello di divulgazione scientifica. Il record di presenze dello scorso anno testimonia come il Festival sia un vero e proprio motore di promozione del territorio.
Attraverso incontri, caffè scientifici, eventi, exhibit e laboratori la manifestazione che si rivolge a tutti permetterà di affrontare e valorizzare a tutto tondo le tematiche e i trend più attuali relativi al tema della salute, al di fuori degli spazi tradizionali».

Fabrizio Puppo, sindaco di Settimo Torinese

 

«Il Festival che quest’anno è diventato ancora più grande, coinvolgendo 10 comuni dell’Area Metropolitana tra cui Torino, si caratterizza ancora una volta per avere un posizionamento preciso, una connotazione unica nel panorama italiano.
Un Festival che sposa divulgazione ed entertainment per rendere la partecipazione agli eventi un’esperienza unica. Un programma ricco e articolato che riesce, a partire dal tema della salute, a proporre spunti e approfondimenti diversi e innovativi».

Aldo Corgiat, presidente della Fondazione ECM

 

A CHI È DEDICATO

Il Festival prevede la mattina dedicata ai laboratori didattici che coinvolgono circa 250 classi delle scuole elementari e medie dell’area metropolitana e agli approfondimenti scientifici per le scuole superiori. Il pomeriggio e la sera sono invece destinati al grande pubblico con incontri, spettacoli, eventi, dibattiti, e molte sorprese e novità.

Il Festival punta a coinvolgere ancora una volta pubblici diversi e il mondo della scuola che rimane il motore principale della manifestazione. 

Linguaggi ed esperienze diversi si integrano in modo innovativo e diversificato per essere più vicini alle esigenze dei nostri interlocutori che vanno dai bambini ad un pubblico adulto. 

Allegati