Nominato in Italia il nuovo top management di ENGIE

15 dicembre 2015

Olivier Jacquier, Country Manager Italy and Greece, è stato nominato Chief Executive Officer di ENGIE in Italia e Aldo Chiarini è stato nominato Presidente. ENGIE in Italia continuerà ad avvalersi del prezioso contributo del Professor Giuseppe Gatti, che siederà nel Consiglio di Amministrazione.

Transizione Energetica

Il mondo dell'energia sta subendo un profondo processo di trasformazione. La transizione energetica è diventata un fenomeno mondiale, caratterizzato dalla decarbonizzazione e dallo sviluppo di fonti rinnovabili, oltre che dalla riduzione dei consumi, grazie all'efficienza energetica e alla rivoluzione digitale. Oggi occorre mobilitare tutte le energie, innovare, raccogliere e far crescere tutte le idee.
Per questa ragione ENGIE ha deciso di adottare una nuova organizzazione focalizzata sulle esigenze dei clienti, a cui sarà dedicato un ampio portafoglio di prodotti che, in un’ottica di partnership e di trasparenza, costituirà un’offerta unica integrata su tutta la catena del valore dell’energia.

I clienti di ENGIE potranno in questo modo diventare attori e protagonisti della transizione energetica, cogliendone tutti i benefici e le opportunità. Con questo nuovo nome, ENGIE testimonia che l'energia riguarda tutti: collaboratori, azionisti, partner e clienti, che collettivamente sono i designer dell'energia. Insieme agiscono con ottimismo per cercare soluzioni che cambieranno la vita quotidiana di ognuno per una maggiore efficienza energetica.

Per Olivier Jacquier:
"Le squadre 'Energia' e 'Servizi' di ENGIE intraprendono anche in Italia un percorso di integrazione e sviluppo sinergico che risponda alle esigenze dei nostri clienti, accompagnandoli nella transizione energetica. Grazie alle competenze dei nostri professionisti, alla presenza capillare sul territorio, al nostro approccio integrato, siamo in grado di proporre offerte globali, dall’energia ai servizi, con particolare attenzione ai prodotti innovativi e alle soluzioni di efficienza energetica e di gestione integrata”. 

Per Aldo Chiarini:
“Anche l’Italia, in tal modo, potrà dare il suo fondamentale contributo, in termini di qualità, know how, numeri complessivi, al processo di transizione energetica che il Gruppo ENGIE ha avviato per primo tra tutti i grandi player internazionali dell’energia; efficienza energetica e rivoluzione digitale sono le chiavi, secondo il nostro Gruppo, per cogliere le opportunità derivanti da questo fenomeno globale, caratterizzato da decarbonizzazione, sviluppo delle fonti rinnovabili, riduzione dei consumi e digitalizzazione”.