Efficienza Energetica e Smart Building per l'Università di Milano

Milano, 20 ottobre 2016

ENGIE Italia ha siglato un contratto di 2,5 M€ all’anno e della durata di tre anni con l’Università degli Studi di Milano, finalizzato ad azioni di miglioramento dell’efficienza degli impianti energetici.

L’Università, con 81 siti (tra i quali Facoltà, un Ospedale Universitario, Biblioteche), e 174.000 metri quadri di superficie, si candida a diventare una delle aree della nuova città di Milano: “smart city” e “green”.

ENGIE, con un’equipe dedicata di 18 persone, avrà in carico la manutenzione di tutti gli impianti elettrici, idrico-sanitari, antincendio e di climatizzazione e la manutenzione edile degli edifici.

Grazie all’utilizzo di un dedicato sistema informatico, fruibile anche attraverso smartphone e tablet, ENGIE garantirà il monitoraggio continuo degli impianti al fine di ridurre i consumi energetici ed evitare interruzioni per malfunzionamenti.

Verrà inoltre attivato il nuovo “Virtual call center” a disposizione degli utenti per qualsiasi segnalazione.

”Investire nell’efficienza energetica – dichiara Olivier Jacquier, Amministratore Delegato di ENGIE Italia - comporta non solo risparmi nelle bollette, ma anche maggiore comfort e più adeguati standard di sicurezza, oltre ad un rilevante incremento del valore patrimoniale degli edifici. Uno sviluppo esteso e strutturale delle attività di riqualificazione energetica produrrebbe grandi vantaggi all’economia nazionale, anche senza considerare le rilevanti “esternalità” positive che ne deriverebbero.

Il ruolo e l’esempio del settore pubblico è decisivo e trainante per tutti. Quanto fatto dall’Università, - conclude Jacquier- rappresenterà di certo un riferimento per altre situazioni similari”.
 

Per Riccardo Guidetti, delegato per il Campus Sostenibile dell'ateneo milanese

"L’Università Statale di Milano è da diversi anni attenta allo sviluppo sostenibile attraverso differenti progetti in Ateneo. Ora questo impegno prosegue concretamente nell’ambito del risparmio energetico per migliorare l’efficienza delle nostre strutture: solo partendo da un attento programma di monitoraggio si potranno definire le cosiddette “best practices”, sia comportamentali sia tecnologiche, al fine di ridurre i consumi e migliorare l’impatto ambientale complessivo dell’Ateneo".

I risultati di efficienza ottenuti garantiranno all’Università una migliore qualità del lavoro e una più efficace comunicazione con il pubblico.

Con l’inizio del nuovo anno accademico, le migliaia di persone – tra docenti, personale tecnico e amministrativo, studenti, fornitori - che ogni giorno gravitano intorno all’Università degli Studi di Milano avranno edifici gestiti in modo integrato, con interventi migliorativi sotto il profilo della funzionalità, della sicurezza e del risparmio energetico.


Attachments