4° Forum Energia ENGIE

Rigeneriamo le città.
Migliorare la qualità dell'aria con l'efficienza energetica.

 

Milano, 10 ottobre 2016

È possibile “rigenerare le città” e migliorare la qualità dell’aria grazie all’efficienza energetica? A questa e ad altre domande abbiamo cercato di rispondere in occasione del 4° forum Energia di ENGIE con tema:

"Rigeneriamo le città. Migliorare la qualità dell'aria con l'efficienza energetica".

 

Durante il forum sono stati presentati gli studi realizzati da Anci, The European House – Ambrosetti e Politecnico di Milano con le iniziative per la riduzione delle emissioni di polveri sottili e CO2 provenienti dal riscaldamento degli edifici pubblici e privati, soluzioni innovative e sostenibili per un uso più intelligente dell’energia nelle nostre città

 

LO STUDIO

Il tema della qualità dell’aria è di grande attualità, ma in Italia è ancora poco interiorizzato nel percepito comune (e in parte anche nel dibattito politico-istituzionale).

Nell’opinione pubblica il tema “inquinamento” è associato in modo quasi automatico e prevalente a quello della mobilità e dei trasporti motorizzati e senza tenere sufficientemente in considerazione che l’impatto delle emissioni da riscaldamento degli edifici.

Si tratta di un tema-chiave di “sostenibilità” che ha impatti molto concreti a livello economico, sociale e, più in generale, competitivo, e che per questo richiede una pianificazione strategica a livello nazionale e un dialogo costante tra istituzioni centrali e realtà locali.

 

OBIETTIVI FORUM

La quarta edizione dell’“Osservatorio dell’Innovazione Energetica” di ENGIE Italia ha l’ambizione di segnare un punto di partenza e l’avvio di un piano di azioni congiunto su un tema importantissimo quale è la qualità dell’aria, consapevoli delle nostre responsabilità nei confronti di cittadini e ambiente e delle potenzialità che l’innovazione può offrire.

Con l’ausilio di studi realizzati da Anci, The European House – Ambrosetti e Politecnico di Milano, vengono presentate le analisi svolte su 5 città italiane (Milano, Genova, Firenze, Parma e Perugia) con l’obiettivo di:

  • misurare l’impatto delle tecnologie utilizzate per il riscaldamento degli edifici, i sistemi di trasporto urbano ed i processi produttivi industriali sulla qualità dell’aria;
  • stimare il bilancio costi-benefici associato all’adozione di un insieme di soluzioni per l’efficienza energetica nel riscaldamento degli edifici;
  • illustrare le principali strategie e azioni messe in campo dai comuni italiani per la promozione dell’efficienza energetica;

 

 

 


Allegati